curiosa di natura

Che entri la fortuna!

Ho iniziato il mio blog scrivendo di elefanti perché si dice che portino fortuna. E poi li incontro ogni giorno, in giro per la città. Sono così simpatici, allegri e fantasiosi che  si sentirà la loro mancanza quando la manifestazione sarà terminata.

Continua a leggere

Gli elefanti si accomodano in città

Ho incontrato gli elefanti

passeggiando nel centro di Milano.

Sono coperti di mille colori

e si sono accomodati su piccoli piedistalli di plastica.

Hanno trovato un loro posto tra le vie e gli angoli della città e si sono fermati. Proprio così, gli elefanti hanno invaso la metropoli. Sono piccoli elefantini indiani dipinti con infiniti colori, disegni e sfumature. Mi tornano in mente immagini dell’India viste nei documentari  in televisione.

I colori mi ricordano le donne indiane, con i loro occhi scuri e capelli corvini. Avvolte dalle loro tuniche di seta fruscianti di blu, verde e arancio, con le mani coperte di arabeschi floreali fatti con henné nero e rosso. Mi sembra di vederle camminare silenziose in piccoli gruppi tra questi elefanti. Macchie blu, verdi, arancione che sfiorano leggere l’asfalto.

Ma non sono loro, in realtà sono mamme italiane che fotografano i bambini tra le stravaganti sculture e ragazze che improvvisano le pose più strane. Anch’io mi fermo a scattare qualche fotografia tra gli elefanti che più mi colpiscono, perché ce ne sono davvero tanti.

Sono legati a un’iniziativa benefica, la Elephant parade, che si svolge contemporaneamente in quattro città nel mondo e per la prima volta a Milano. Le sculture sono state decorate da artisti e personaggi famosi e saranno vendute all’asta il prossimo 22 novembre da Christie’s. Gran parte del ricavato sarà devoluto a The Asian Elephant Foundation per la protezione di questi grossi mammiferi e in Italia anche a Fondazione Telethon.

Gli elefanti indiani sono in pericolo di estinzione e il loro numero si è ridotto del 90% negli ultimi cento anni. Vivono in una fascia di terra che si estende dall’India alla Cina e sono vegetariani. Si nutrono di banane, bambù e canna da zucchero. Abitano le zone erbose e le foreste.

Possiamo fare qualcosa per loro? Visitiamo il sito dedicato alla mostra e alla fondazione per avere maggiori informazioni. E speriamo in futuro di vederli ancora  lì tra le foreste indiane, bellissimi elefanti grigi circondati da donne vestite di mille colori e di sentire la loro voce potente risuonare nell’aria.