curiosa di natura

Giornata Nazionale degli Alberi: 5 consigli per fotografarli

Il 21 novembre si celebra in Italia la Giornata Nazionale degli Alberi. Il travel blogger Mente Nomade e Wiko ci suggeriscono in 5 passi come fotografare meglio gli alberi

Il travel blogger Edoardo Massimo Del Mastro, noto come Mente Nomade, ha voluto festeggiare la Giornata Mondiale degli Alberi regalandoci dei consigli su come fotografarli. Assieme a Wiko – brand franco-cinese della telefonia – ci dà alcuni suggerimenti per fotografare meglio gli alberi anche da smartphone.

Continua a leggere

Wildlife Photographer of The Year 54: la bellezza della natura

Ho visitato la bellissima mostra che porta a Milano i 100 migliori scatti naturalistici: Wildlife Photograoher of the Year. Quest’anno sono stata molto colpita dalla bellezza della natura e dal rapporto uomo-natura. Ve lo racconto in due post.

Wildlife Photographer of the Year è la mostra di fotografie naturalistiche più prestigiosa al mondo. Si può visitare anche quest’anno a Milano nei suggestivi spazi della Fondazione Luciana Matalon in Foro Buonaparte 67, dal 4 ottobre al 22 dicembre 2019.

Organizzato dall’Associazione culturale Radicediunopercento di Roberto Di Leo, con il patrocinio del Comune di Milano, l’evento è sempre attesissimo e presenta le 100 immagini premiate alla 54a edizione del concorso di fotografia indetto dal Natural History Museum di Londra.

Partecipano fotografi da 95 paesi, in competizione ci sono 45.000 scatti realizzati da fotografi professionisti e non, che sono stati selezionati, alla fine dello scorso anno, da una giuria internazionale di esperti, in base a creatività, valore artistico e complessità tecnica.

Quest’anno mi ha molto colpito la bellezza della natura. Allo stesso tempo, in molte foto, purtroppo si notano particolari che non avrei voluto vedere. L’uomo, l’inquinamento, lo sfruttamento degli animali. Per questo suddividerò il mio racconto in due post sperando di incuriosirvi e farvi riflettere. Intanto vi consiglio di visitare questa bellissima mostra dove lo sguardo degli animali e i colori della natura raccontano della bellezza del mondo più di ogni altra parola.

I vincitori. Le foto vincitrici sono davvero bellissime. La coppia dorata del fotografo Marsel van Ooosten sorprende una coppia di rinopitechi dorati seduti sul ramo di un albero, intenti ad osservare le lotte tra maschi nel gruppo sottostante. Il sole fa risplendere le loro pellicce dorate in contrasto col verde della foresta. Questa sottospecie è tra le più belle al mondo ma è in pericolo di estinzione: oggi si contano solo 4.000 individui.

19 © Marsel van Oosten - Wildlife Photographer of the Year

19 © Marsel van Oosten – The golden couple – Wildlife Photographer of the Year

Mi ha molto colpito la foto vincitrice di categoria, Il riposo del leopardo, scattata da Skye Meaker fotografo della categoria 15-17 anni. I leopardi sono animali schivi e difficili da fotografare. Lo sguardo di questa femmina è intenso e non lascia dubbi sul fatto che gli animali hanno pensieri e sentimenti simili ai nostri. Questa bellissima femmina è stata chiamata Mathoja, colei che cammina zoppicando, a causa da una ferita avuta da cucciola.

08 © Skye Meaker - Wildlife Photographer of the Year

08 © Skye Meaker – Lounging leopard -Wildlife Photographer of the Year

Continua a leggere

Andrea Camilleri e gli animali: I tacchini non ringraziano

Ho letto molti libri di Andrea Camilleri, ho visto molte fiction con protagonista il Commissario Montalbano. Vorrei dedicare un post al maestro Camilleri, un post insolito che parla del suo amore per gli animali 

Andrea Camilleri e il commissario Salvo Montalbano

Sono una fan di Andrea Camilleri e del suo Commissario Salvo Montalbano. Ho letto diversi libri e visto e rivisto le fiction che hanno come protagonista il Commissariato di Vigata con Fazio, Catarella, Mimì Augello. Sarà che amo la Sicilia perché sono per metà siciliana e sogno la casa di Marinella in riva al mare, le calde giornate d’agosto, gli arancini di Adelina e i cannoli del dottor Pasquano.

I racconti e le fiction del Commissario più amato d’Italia mi riportano in un mondo che amo, a una vita più lenta e a misura d’uomo, con un clima mite e la vicinanza della natura e del mare. Le indagini sono sempre complicate e la scoperta del colpevole lunga e faticosa ma è così piacevole sentir parlare Montalbano con i suoi modi un po’ rudi, ma con un cuore grande. E così alcuni episodi li ho visti più di una volta e mi fa piacere rivederli.

Gli animali e Montalbano

Nella fiction televisiva, forse più conosciuta rispetto ai racconti, la fidanzata del commissario, Livia, adotta una cagnolina che chiama Selene. Montalbano non è molto favorevole alla nuova arrivata perché gli morde sempre i pantaloni. Ma, come accade a chi dice no all’inizio, diventa poi sempre più affettuoso e comprensivo verso l’animale. 

Ricordo di un episodio – Il senso del tatto – nel quale il protagonista è il bellissimo cane Orlando, un cane per non vedenti, nero dal pelo lungo e folto che Montalbano e Livia porteranno a Levanto per una breve vacanza e per indagare.

Nell’episodio Il cane di terracotta due coniugi vengono trovati morti in una caverna che contiene dei reperti archeologici, tra i quali un cane di terracotta.

Il cane sembra essere tra gli animali più presenti nelle storie di Andrea Camilleri. Ricordo un’episodio del Commissario Montalbano – Il gatto e il cardellino – nel quale si parla di un cardellino e di un gatto che una signora anziana affida alla vicina di casa per andare ad assistere il marito malato ricoverato nell’ospedale di un’altra città.

Andrea Camilleri è uno scrittore. Tornando alle sue pubblicazioni mi sono chiesta: come posso lasciare un mio omaggio ad Andrea Camilleri? Questo blog parla di animali, natura, ambiente. E lui stesso mi è venuto incontro scrivendo un piccolo libro testamento nel quale racconta del suo amore per gli animali e il suo rapporto con queste bellissime creature.

Continua a leggere

Blog in rete: Business Model Canvas con Fabiana Palù

Questo mese inizia per me un nuovo progetto, un percorso che farò insieme ad un piccolo gruppo di blogger. Si chiama Blog in rete de LeROSA, progetto di SeoSpirito Società Benefit srl, in collaborazione con &Love e Scoprirecosebelle. Un percorso di studio, apprendimento e azione che prevede un video incontro al mese riguardante argomenti fondamentali per chi ha un blog e tanta esercitazione pratica.

In questo post ti racconterò del primo incontro con Fabiana Palù che ci ha fatto conoscere il Business Model Canvas, uno strumento fondamentale per avere una visione d’insieme del proprio business, una base sulla quale impostare il proprio blog. 

Ogni mese ti racconterò le varie fasi del progetto, le mie impressioni, i progressi e le difficoltà che ho incontrato. Ti parlerò del percorso che stiamo facendo insieme, noi blogger partecipanti a Blog in rete e i tutor che terranno i laboratori. Presenterò i tutor che ci accompagneranno, il loro lavoro, gli argomenti trattati per questo percorso. Sarà un post insolito per il blog, un modo per parlare di argomenti utili a tutti i blogger.

Spero che questi post saranno comunque di tuo interesse, in particolare se anche tu hai già un blog o pensi di aprirne uno. Ti invito a leggerli comunque anche perché ci sarà sempre una sorpresa che riguarda la natura, gli animali, le piante.

Blog in rete: Business Model Canvas con Fabiana Palù

Blog in rete: Business Model Canvas con Fabiana Palù

Continua a leggere

Animali domestici: diverse forme di abbandono

L’abbandono degli animali domestici è un problema ancora irrisolto nonostante le numerose campagne di sensibilizzazione. Quando pensiamo all’abbandono, subito ci viene in mente la situazione più comune, quella delle vacanze estive o natalizie quando una famiglia si ritrova a chiedersi: dove lascio il cane o il gatto? 

Queste situazioni derivano spesso dall’adozione inconsapevole o da un regalo non richiesto. Gli animali non sono dei giocattoli e vanno adottati con responsabilità

Visitando la fiera Pets in The City mi sono resa conto che esistono molte altre forme di abbandono, quelle che si conoscono meno, più difficili da individuare, forse perché più inconsce. Sono altrettanto importanti e vanno affrontate e risolte nel modo migliore. Pensiamo, ad esempio, alla nascita di un figlio, a un trasloco, all’arrivo in casa di un altro animale o alla malattia e alla perdita di uno dei componenti della famiglia.

Incuriosita da queste domande mi sono fermata a parlare con alcuni espositori: il loro prodotto o servizio mi è sembrato interessante e innovativo e rispondente a questi bisogni che tutti potremmo incontrare nella nostra vita.

Continua a leggere

Dalla Milano Pet Week a Pets in The City

Quest’anno Milano ha voluto dedicare una settimana e una fiera ai nostri amici animali a quattro zampe. Vi racconto la mia esperienza in giro per la città e a Pet in The City

Mi è piaciuta molto questa iniziativa della città di Milano: dedicare ai nostri amici quattrozampe un’intera settimana di eventi e una fiera proprio in occasione del 4 ottobre, Giornata Mondiale degli Animali.

È stata una settimana ricca di eventi per i proprietari di cani milanesi, fatta di corse insieme in vari parchi della città e di incontri con gli esperti cinofili. Ho visto le bellissime foto dei partecipanti e dello staff della Milano Pet Week e mi è dispiaciuto davvero non avere un cane da portare con me a questi incontri – ho una gatta abituata a stare a casa.

milanopetweek

Milano Pet Week. Le installazioni di Cracking Art per incoraggiare le adozioni di animali dai rifugi ENPA

Da quando ho letto di questa fiera – Pets in The City – la scorsa estate, non vedevo l’ora di andare a curiosare tra le novità per i nostri cani e gatti, compagni di vita e di avventure. E mi sono molto divertita, scoprendo anche cose nuove e interessanti.

Pets in The City è stato dedicato ampio spazio alle case produttrici di alimenti per cani e gatti, ai prodotti vegetariani e vegani anche per loro e all’alimentazione casalinga sul tipo della dieta Barf che sta catturando l’attenzione di molti proprietari di animali, il tutto racchiuso nell’ampia Area Pet Food. 

L’attenzione per la dieta di cani e gatti è ormai pari a quella per i prodotti umani: evitare additivi, conservanti e altri prodotti chimici, scegliere prodotti sani, naturali, provenienti da coltivazioni biologiche e tipi di cotture adeguate è la strada che le aziende del pet food stanno percorrendo.

Molto ampia anche l’Area Care & Vet nella quale ho trovato tanti prodotti per la cura dei nostri animali, dagli antipulci naturali, ai fiori di Bach, alle sostanze da diffondere nella casa e nel trasportino per tranquillizzare cani e gatti. 

Le assicurazioni per gli animali domestici sono un settore abbastanza nuovo ma che si sta fortemente sviluppando, sia per quanto riguarda i danni che cani e gatti possono provocare ad altre persone, ma soprattutto nell’area delle assicurazioni veterinarie per poter garantire sempre le cure più adeguate.

Molto carina e davvero alla moda l’Area Pet Fashion con tutti gli accessori per loro. Guinzagli, cappottini, collari, ciotole, cucce e trasportino uno più bello dell’altro. Anche in questo settore ho notato molta più attenzione all’ambiente rispetto al passato con l’utilizzo di plastica riciclata e di materiali atossici, naturali e biodegradabili.

Area Pet Fashion a Pets in The City

Area Pet Fashion a Pets in The City

La Pet Pool e la Pet Arena. Mi sono rilassata, divertita ed emozionata nelle zona dedicata alla piscina per i cani. Con la presenza degli istruttori qualificati, i proprietari invitavano i loro cani a tuffarsi e a farsi una nuotata, lanciando loro bellissimi bastoncini e giochi a forma di orma.

I cani sono proprio come noi riguardo al rapporto con l’acqua: c’è chi si tuffa subito, nuota e non vorrebbe più uscire, chi mette una zampa per sentire com’è l’acqua e poi si butta, ma con molta calma, e chi proprio non ne vuole sapere di scendere in acqua e lentamente cerca di tornare sui propri passi verso le scalette

Nella Pet Arena ho seguito la dimostrazione della Polizia Locale Cinofila per la ricerca di sostanze stupefacenti: gli istruttori hanno messo in evidenza la capacità dei cani di distinguere e scegliere tra vari oggetti quelli con un odore specifico. Molto bella anche l’esibizione del Campione del Mondo di Disc Dog, Adrian Stoica, con i suoi quattro zampe.

La Biosfera e la Cat House hanno catturato l’attenzione dei visitatori. 

Una grande struttura a forma di cupola ha ospitato la ricostruzione del clima e delle piante presenti nella foresta tropicale: tra ficus, filodendri e liane abbiamo incontrato pappagalli calopsitta e roseicollis. 

Exotic Experience: la Biosfera

Exotic Experience: la Biosfera

La Cat House ha ospitato mamma gatta con i suoi cuccioli e ha proposto un esempio di casa a misura di gatto, con ciotole, lettiera, percorsi aerei, cucce e tiragraffi su misura per loro. Il tutto costruibile partendo da comuni mobili componibili, divani, tappeti e oggetti già presenti nelle nostre case.

Cat House

Cat House

Le Associazioni per la protezione degli animali non potevano mancare in questa fiera. Conosco molte di loro, quelle che operano a Milano per l’adozione di gatti e cani, quelli salvati da corse in Spagna o in Irlanda, o in Romania. È stato bello rivedere visi conosciuti e incontrare organizzazioni che seguo online. 

Spero che questa fiera, insieme alla Milano Pet Week, entri a far parte degli eventi annuali organizzati dalla città. Ho visto molte famiglie con i loro cani partecipare, chiedere, informarsi e divertirsi. Spero che ci siano sempre più aiuti per le associazioni che soccorrono e curano gli animali e che molte persone decidano di adottare uno dei tanti cani e gatti ancora in attesa in queste strutture.

In uno dei prossimi post vorrei parlarvi dell’abbandono. Un aspetto che mi ha fatto molto riflettere durante la mia visita. Perché ci sono diversi tipi di abbandono nei confronti degli animali, non solo quello che conosciamo maggiormente, d’estate, in autostrada. Ci sono forme di abbandono, anche inconsapevoli, che possiamo prevedere ed evitare o curare.

Seguite i prossimi post per saperne di più. Vi aspetto.

E voi, avete partecipato agli eventi della Milano Pet Week? Siete stati a Pets in The City? Raccontatemi le vostre esperienze nei commenti :-)