4 tendenze nel green da Myplant and Garden 2022

MyPlant and Garden è la fiera internazionale del verde professionale. Ogni febbraio porta aria di primavera e idee per la stagione estiva con attenzione alla biodiversità e sostenibilità. La fiera e le quattro tendenze per il mondo del verde e del giardinaggio: te le racconto in questo post.

Cos’è MyPlant and Garden

È tornato in presenza My Plant and Garden, la fiera del green e del verde professionale che si svolge a Milano ogni mese di febbraio per introdurre le tendenze in giardino della stagione primaverile estiva. Negli ultimi due anni la scoperta del giardinaggio, dei balconi fioriti e degli orti sul terrazzo ha coinvolto moltissime persone.

Il mondo delle piante, dei vivai, dei garden center è già sensibile alla salvaguardia del verde in generale. La riforestazione, la valorizzazione degli spazi aperti, le piante come grande aiuto al contrasto ai cambiamenti climatici sono argomenti conosciuti a chi ama e lavora nel settore del giardinaggio e del florovivaismo.

L’attenzione per il verde è aumentata da parte di tutti, sia per la propria casa o ufficio, che nella consapevolezza di ogni acquisto. Il living green è quel fenomeno per cui tantissime persone si dedicano alle microcoltivazioni, agli orti e ai giardini. Il verde è legato alla voglia di stare nella natura, ma è anche la bellezza e il profumo dei fiori e la consapevolezza che i giardini ci curano, aiutano al nostra salute a livello fisico e mentale.

Ecco alcuni dati per capire meglio il settore delle piante e dei giardini. Il giardinaggio è un settore in crescita:

  • + 27% vendite globali annue nel 2019/2021
  • + 24% acquisto di piante fiorite
  • +20% acquisto di piante stagionali

Gli amanti del giardinaggio hanno acquistato soprattutto:

  • vasi da esterno (+46%)
  • sementi e bulbi (+18%)
  • curativi e nutritivi (+28%)

In Italia ci sono circa 24.000 aziende che producono varietà vegetali principalmente in quattro regioni: Liguria, Toscana, Lombardia, Campania. Il 60% delle nostre esportazioni è diretto in Francia, Germania, Paesi Bassi e Regno Unito.

Per questo la fiera My Plant and Garden è un momento di verifica, di valutazione e di proposta delle novità del settore. Anche quest’anno nei tre padiglioni della fiera espositiva ho trovato aree dedicate al verde sportivo, al paesaggio, al fashion, al wedding e alle creazioni floreali, al design e all’edilizia, alle innovazioni.

Un viaggio sensoriale tra i colori e profumi dei fiori, delle fragranze di essenze e candele, sempre con una grande attenzione hai temi della sostenibilità e dell’economia circolare.

Ma ecco i quattro trend per la prossima primavera (e oltre) in giardino:

  1. il suolo e la tutela della biodiversità
  2. la tecnologa nel settore del green
  3. lo stile naturale nel giardino e nella casa
  4. Pantone e il Metaverso
My Plant and Garden 2022

Il suolo e la tutela della biodiversità

Il suolo è importante come base per le nostre coltivazioni, ma anche come habitat. Nel suolo vivono milioni di microrganismi che circondano le radici delle piante, insieme a numerosi animali di ogni genere. Un vero e proprio ecosistema fragile da preservare. Quest’anno l’attenzione di molti espositori è stata rivolta all’importanza del suolo, alla biodiversità che contiene, all’acqua. L’acqua è una risorsa essenziale e i suoli si stanno danneggiando per la sua mancanza. Anche in giardino occorre trovare il giusto equilibrio nelle innaffiature, senza esagerare con lo spreco di acqua e senza ricadere nel fenomeno opposto: lo stress idrico e la siccità.

Numerosi prodotti e tecnologie in mostra a My Plant and Garden sono rivolti all’irrigazione e alla cura del suolo. I prodotti curativi e nutritivi per il terreno e per i vasi dal giardino e balconi sono tra i prodotti più venduti gli scorsi anni. Intere linee di prodotti naturali, senza sostanza chimiche, stabilizzanti dei terreni sono nate per dare ai nostri fiori le giuste quantità di nutrienti per avere fiori e frutti buoni e sani.

Il risparmio idrico e la tutela del suolo è entrato a far parte degli impegni di molte aziende che sono consapevoli del fatto che si possono avere coltivazioni di ortaggi e fiori seguendo la sostenibilità e l’economia circolare.

Tutela della biodiversità

My Plant Tech: la tecnologia nel green

Tra le novità di questa edizione di My PLant and Garden c’è una sezione e una serie di incontri dedicati all‘innovazione e al tech nel green. My Plant Tech ha riunito esperti e aziende che stanno studiando e progettando tecnologie in linea con le norme della Transizione Ecologica. Una strada nuova da percorrere anche nei settori della coltivazione, del giardinaggio e del paesaggio. La tecnologia e la scienza vanno di pari passo, si aiutano e completano a vicenda.

Oltre alle tecnologie per il risparmio idrico come contrasto ai cambiamenti climatici e alla tutela del terreno, nuove tecnologie stanno entrando in diversi settori del green. Le attrezzature sono ideate per essere sempre più autonome con studi e applicazioni sulla carbon free energy.

L’agricoltura diventa sempre più un’agricoltura di precisione con prodotti che si applicano in modo specifico con quantità dosate e misurate esattamente. I fertilizzanti sono biofertilizzanti, nati dalla ricerca che utilizza componenti vegetali. Anche la lotta alle polveri sottili e all’inquinamento diventa una lotta naturale seguendo i principi della sostenibilità ambientale.

La tutela della biodiversità nei giardini coinvolge numerose aziende che hanno creato semi specifici per attirare api e farfalle nei nostri giardini. Una tutela della biodiversità in giardino che nell’orto diventa ancor più importante e si trasforma in sicurezza alimentare.

Gl architetti del paesaggio e i designer che si occupano del verde nelle nostre città stanno andando verso un’architettura che è una bioarchitetettura e una costruzione degli edifici che diventa bioedilizia. Il verde è parte integrante delle nostre città, ci ossigena, ci dona respiro e spazi di relax e di divertimento. I giardini come luogo dell’anima, una cura per il corpo e la mente sono e saranno sempre più studiati in ogni singolo dettaglio.

Stile naturale nel giardinaggio

Lo stile naturale nel giardinaggio

I giardini diventano più naturali. Quest’anno a My Plant and Garden le composizioni e i colori in giardino richiamano molto quello che troviamo in natura in un prato. Erba e prati di un colore verde brillante insieme al bambù e al giallo delle canne. Bambù e canne sono presenti nelle recinzioni e nelle bordure dei giardini che diventano scosì naturali oltre che nei materiali anche nel colore.

Nuove ibridazione botaniche portano a nuovi colori, a piante più resistenti e studiate per ogni singolo tipo di giardino. Le produzioni sono biologiche e sostenibili.

Nella zona della fiera dedicata ai giardini e alle piante ho notato il ritorno delle piante grasse e delle piante carnivore. Un’altra novità di questa edizione di my Plant and Garden sono le piante idroponiche e aeroponiche. Le prime sono coltivate in acqua, le altre in aria: il suolo, il terreno è quasi del tutto assente. Per ricreare un piccolo microcosmo nelle abitazioni, tornano le composizioni verdi nelle bottiglie e nei barattoli di vetro. I terrari sono piccole sfere quasi autosufficienti, con terra, sabbia o sassi e diverse specie di piante che convivono e si sostengono tra loro. Un microhabitat che rinfresca le nostre case e i luoghi di lavoro con i suoi colori e con la serenità che infonde guadradolo.

Pantone 2022: Vey Peri palette

Pantone e la Metaverso palette

Anche in questa edizione di My Plant and Garden si è svolto il concorso creativo di progettazione, I giardini di My Plant, che ha premiato percorsi educativi e multisensoriali nei giardini. Le culture idroponiche e acquaponiche hanno dato un loro grande contributo all’interno del progetto vincitore.

Il verde e la sua progettazione aprono la strada verso nuovi lavori come quello dell’Urban Green Manger, colui che si occupa della gestione e realizzazione del patrimonio verde e naturalistico.

I fiori sono colori, profumi e bellezza che mi ha stupito, come sempre, nelle spettacolari composizioni degli esperti in decorazioni floreali e degli studenti delle scuole. Tutte le sfumature erano presenti, in particolare molto spazio è dedicato al giallo, arancione e rosso e al viola. Il viola è il colore dell’anno secondo Pantone. Very Peri è la tonalità del blu pervinca presente in molte composizioni. Pantone insieme a Metaverso hanno presentato la nuova palette di colori per la stagione primavera/estate 2023. Un viaggio nei colori del presente e del futuro seguendo le indicaizoni del Metaverso e delle realtà virtuali che andremo a creare.

Spero di averti dato nuovi spunti per il tuo balcone e giardino. Le novità in fiera sono sempre numerose e tutte interessanti, impossibile raccontarle in un unico post. Se vuoi approfondire l’argomento, se t interessa un tema green in particolare, contattami. Guardiamo insieme la natura con occhi curiosi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.