Coronavirus e animali domestici: nessun rischio contagio

Gli animali domestici non trasmettono il Coronavirus. Non c’è nessun rischio contagio da parte di cani e gatti verso l’uomo ma occorre mettere in pratica buone regole di igiene e di comportamento. Ecco 5 suggerimenti utili e risposte a domande frequenti su come comportarsi in queste settimane per chi vive con un animale domestico.

Il Coronavirus è arrivato in Italia e tutti stiamo osservando un periodo di forti restrizioni che ci hanno fatto cambiare il nostro stile di vita. I Decreti Legge si susseguono a breve distanza e spesso è difficile capire come comportarsi. Leggendo le ultime disposizioni di legge e gli articoli dei principali quotidiani ho raccolto alcuni consigli e risposte alle domande più comuni a proposito di animali domestici e Coronavisus.

Coronavirus e animali domestici: nessun rischio contagio

Coronavirus e animali domestici: nessun rischio contagio

Cinque regole di comportamento per chi vive con cani e gatti

Il Coronavirus è arrivato in Europa e in Italia dalla Cina. Ormai è quasi sicuro che dai pipistrelli abbia fatto un salto di specie per arrivare all’uomo. In un mondo in cui animali selvatici ed esseri umani sono sempre più a contatto, questo contagio ci fa riflettere sull’importanza di proteggere la biodiversità.

Dopo aver compreso la sua origine, molti di noi si chiedono se questo tipo di virus può passare dai cani e dai gatti, i nostri più comuni animali domestici, all’uomo.

Il World Small Animal Veterinary Association (WSAVA) ha pubblicato un articolo sul proprio sito nel quale si legge che:

“Attualmente non ci sono prove che gli animali domestici possano essere infettati da questo nuovo Coronavirus”

Molti veterinari, intervistati sul tema del Coronavirus, affermano senza dubbio che questo tipo di virus non si trasmette dai cani e dai gatti verso l’uomo.

Al contrario il virus potrebbe essere trasmesso dagli uomini ai cani e ai gatti. Sembra essere questo il caso del cane trovato leggermente positivo al Covid-19 ad Hong Kong. Ulteriori studi hanno messo in luce che la padrona del cane, una donna 60 enne, ha trasmesso il Coronavirus al suo animale domestico, durante il periodo della sua malattia.

Ecco dunque cinque regole di comportamento suggerite per chi vive con cani o gatti:

1. Si possono portare i cani (ed eventualmente i gatti) a fare una passeggiata

Si sa che i cani – e i gatti che sono stati abituati – devono essere portati fuori casa a sporcare diverse volte al giorno. Questo è possibile farlo anche ora con alcune raccomandazioni:

  • Limitare la passeggiata al tempo strettamente necessario per i bisogni fisiologici dell’animale.
  • Recarsi al pacchetto o giardino più vicino a casa, evitando di fare lunghi giri.
  • Mantenere la distanza tra persona e persona di almeno un metro e cercare di far correre i cani in zone distanti tra loro.
  • Non fermarsi a chiacchierare, come solitamente si fa, con gli altri proprietari di cani ed evitare il formarsi di gruppi di persone.
  • Raccogliere gli escrementi del cane, come previsto normalmente, utilizzando i guanti e le comuni regole di igiene.

2. Intensificare la pulizia del cane

Quando si ritorna a casa dalla passeggiata col cane, è bene disinfettare le zampe e il pelo dell’animale con apposite salviette che si trovano comunemente in vendita nei negozi per animali: il personale addetto alla vendita saprà darvi i giusti consigli.

Spazzolare bene cani e gatti: in questi giorni, occuparsi maggiormente della loro pulizia.

Intensificare il bagno per i cani: almeno uno ogni 15 giorni circa. Se non sono abituati, aumentare comunque la frequenza del lavaggio

3. Le norme igieniche da osservare comunemente vanno tenute in considerazione anche in questo periodo di restrizioni da Coronavirus

  • Non farsi leccare né baciare sulla faccia dal proprio cane o da altri cani: è buona regola evitarlo sempre, a maggior ragione ora.
  • Non mangiare nello stesso piatto, né far leccare il nostro piatto al cane: animali e padroni devono sempre avere piatti diversi dai quali mangiare e bere.
  • Dopo aver coccolato il cane o il gatto, laviamoci le mani un po’ più spesso del solito: un altro piccolo sacrificio che col tempo potremo ridurre.

4. Le visite veterinarie sono permesse se veramente urgenti. È possibile uscire per acquistare cibo per animali domestici

Se i vostri animali domestici non stanno bene, contattate il vostro veterinario di fiducia. Sarà lui a fissarvi un appuntamento in modo da non affollare la sala d’aspetto dell’ambulatorio.
Le vaccinazioni e i controlli di routine, se l’animale è in buona salute, possono essere rimandati di qualche settimana.

Se avete necessità di acquistare cibo per il vostro animale domestico potete farlo, portando con voi l’apposita autocertificazione. L’acquisto di cibo per animali domestici è considerato un bene di prima necessità

5. Se una persona si è ammalata di Coronavirus Covid-19

è consigliabile che non resti a contatto col proprio animale domestico e lo affidi a persone di fiducia o ai canili e pensioni per animali per il periodo necessario alle proprie cure mediche. Come abbiamo visto, il virus potrebbe essere trasmesso dall’uomo all’animale: non mettiamo a rischio i nostri compagni di vita.

Chi è in casa per un periodo di quarantena ma non ha la malattia, può tenere con sé i propri animali domestici con le regole che abbiamo visto sopra.

Se siamo in buona salute, se stiamo seguendo le norme igieniche e di comportamento che da giorni ci suggerisce il Ministero della Salute, non c’è nessun problema per chi ha in casa cani, gatti o altri animali da compagnia. Trascorriamo le nostre giornate con loro: ci daranno tanto affetto e calore. Possiamo approfittare di queste ore più libere per giocare con loro e conoscerli meglio.

Non abbandoniamo gli animali domestici

non c’è nessun motivo per farlo. Tra qualche settimana il virus sarà debellato e potremo tornare alle nostre abitudini. Anche a loro sembrerà strano in queste settimane non poter giocare con gli altri cani al parco, dover fare delle passeggiate più brevi, vedervi tutti in casa ma sapranno abituarsi a queste nuove regole se gli staremo vicini e gli daremo tutto il nostro affetto e amore.

Per qualsiasi informazione, dato che i Decreti Ministeriali sono aggiornati molto velocemente, vi consiglio di fare riferimento al sito ufficiale del Ministero della Salute

Vi segnalo infine il front-disk di Emergenza della LAV che segue in tempo reale gli aggiornamenti per i nostri amici animali, mettendo a disposizione numeri di telefono utili per qualsiasi domanda che riguardi gli animali da compagnia e il comportamento corretto da tenere per chi vive con loro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: