Sviluppo sostenibile nelle aziende

Le imprese sostenibili sono quelle che intraprendono un percorso verso la sostenibilità ambientale e sociale. Perché lo sviluppo sostenibile riguarda anche le aziende, non solo i singoli cittadini.

Ogni azienda può iniziare un percorso e arrivare ad una certificazione ambientale e sociale. In particolare, le aziende stanno lavorando sulla riduzione dell’uso della plastica e sulla diminuzione delle immissioni di anidride carbonica in atmosfera.

Nello sviluppo sostenibile ambientale si punta ad eliminare l’uso dei combustibili fossili e a preferire le energie green e la mobilità elettrica. Tutte le aziende possono contribuire alla sostenibilità, anche quelle del settore terziario. La certificazione ambientale più conosciuta è la certificazione ambientale ISO-14001.

La sostenibilità sociale parte dalla sicurezza sul lavoro, dalle condizioni di lavoro ottimali per tutti, dal welfare aziendale. Alcuni esempi di aziende sostenibili dal punto di vista sociale sono quelle che hanno creato asili aziendali per favorire il lavoro delle donne e delle mamme e i corsi, sportivi e linguistici, per migliorare la salute fisica e il benessere dei propri dipendenti. La certificazione sociale più conosciuta è la SA-8000 Responsabilità Sociale.

Sviluppo sostenibile nelle aziende

Sviluppo sostenibile nelle aziende

Cosa sono le imprese sostenibili

Le imprese sostenibili sono quelle che si sono rese conto che la sostenibilità non è più solo un concetto ecologico. Il termine sostenibilità indica che dobbiamo consumare le risorse tenendo conto del presente e del futuro, in modo responsabile e consapevole. In questo percorso lasciamoci guidare dai principi dello sviluppo sostenibile: una riflessione continua e quotidiana sul fatto che le risorse sono limitate e occorre preservarle per le generazioni future.

La sostenibilità riguarda le aziende. Sono le aziende che producono i prodotti che utilizziamo quotidianamente.

Quali passi può fare un’azienda verso la sostenibilità? Molte imprese hanno cominciato a pensare al proprio prodotto, alle fasi di lavorazione, a come rendere questi passaggi più in linea con il concetto di sostenibilità.

Le aziende sostenibili si stanno muovendo soprattutto in due direzioni: ridurre l’uso della plastica e compensare le emissioni di anidride carbonica.

La plastica inquina: oggi più che mai ce ne rendiamo conto. Ecco che diverse ditte stanno lavorando per diminuire l’uso degli imballaggi in plastica e utilizzare sempre più l’ecoplastica derivata da sostanze naturali e compostabili nella frazione umida o nella carta.
Non solo le ditte che producono prodotti, ma anche bar e ristoranti stanno eliminando le posate e i bicchieri in plastica per passare a stoviglie in ecoplastica: sono derivati del mais, come i sacchetti che utilizziamo per la raccolta differenziata dell’umido.

L’inquinamento prodotto nelle fasi di lavorazione di una ditta può essere di diverso tipo. Molte aziende stanno diminuendo la produzione di anidride carbonica compensandola con comportamenti virtuosi: piantare alberi nei parchi cittadini o in zone del mondo soggette a deforestazione e utilizzare fonti di energia rinnovabile come i pannelli solari e fotovoltaici.

Sviluppo sostenibile ambientale

Quando parliamo di sostenibilità ambientale ci riferiamo al fatto che le risorse che il nostro pianeta ci mette a disposizione sono limitate e non sono infinite: occorre utilizzarle in modo consapevole.

Due leggi della termodinamica ci dicono che:
L’energia non può essere né creata, né distrutta, ma solo trasformata
Ogni volta che avviene questa trasformazione, una piccola parte di questa energia viene persa (entropia)

Preservare le energie che non sono rinnovabili è fondamentale in tutti i settori della nostra vita quotidiana. Un passo importante è quello di diminuire l’uso delle energie fossili non rinnovabili, come il petrolio, per utilizzare sempre più energie green proveniente dal sole, dall’aria e dall’acqua.

La sostenibilità riguarda ogni singolo cittadino e le aziende: tutti ci stiamo muovendo nella stessa direzione.
Oltre ai comportamenti virtuosi visti sopra, diverse ditte utilizzano già pannelli fotovoltaici e solari per fornire elettricità pulita ai propri capannoni e negli uffici. Dove possibile, le pale eoliche trasformano l’energia del vento in energia elettrica. Molte aziende che si estendono su un territorio vasto, con grandi spazi tra un campo e l’altro o tra un capannone e l’altro, utilizzano piccole auto elettriche per inquinare meno e risparmiare. Non solo le aziende che producono prodotti, ma che gli uffici e le ditte del settore terziario possono avere comportamenti virtuosi dal punto di vista ambientale.

Ogni comportamento deve essere misurato e certificato. Per questo esistono delle procedure a livello nazionale e internazionale e degli indicatori che mostrano il cambiamento in atto. Le aziende, per far conoscere il loro impegno per il pianeta, richiedono una certificazione di tipo ambientale. La più conosciuta è la certificazione ambientale ISO-14001

Sviluppo sostenibile sociale

Lo sviluppo sostenibile ambientale è collegato allo sviluppo sostenibile sociale. Proteggere l’ambiente è importante così come proteggere le persone: vivere bene, in un ambiente più sano, in condizioni sociali migliori dovrebbe essere un diritto di ogni essere umano.

La prima volta che si incontra in un documento ufficiale il termine sviluppo sostenibile è nel 1987 nel Rapporto Brundtland. Qui si sottolineava:
“… la necessità di tenere a bada lo sviluppo economico e renderlo sostenibile nei confronti dell’ambiente e della società”

Lo sviluppo sostenibile sociale prevede che le condizioni di benessere umano siano egualmente distribuite tra le classi sociali. Sicurezza sul lavoro, controlli medici, condizioni di lavoro migliori per tutti sono i punti principali di ogni welfare aziendale.

Molte aziende stanno lavorando in questa direzione soprattutto per quanto riguarda gli asili aziendali, i corsi sportivi e di lingue straniere.
Molto spesso le donne che hanno bambini piccoli sono quasi costrette a lasciare il lavoro. Nelle aziende più virtuose sono nati gli asili aziendali che permettono alle mamme di lasciare i loro figli in strutture realizzate nello stesso edificio nel quale lavorano. In questo modo le donne possono continuare a lavorare in tranquillità e sicurezza, diminuendo gli spostamenti (quindi inquinando meno e risparmiando) perché l’asilo è dove c’è l’ufficio.

Altre aziende puntano alla formazione e offrono ai dipendenti corsi sportivi e corsi di lingue straniere. In questo modo riducono anch’essi gli spostamenti e permettono al personale di fare attività fisica e migliorare le proprie capacità di comunicazione in una lingua diversa da quella madre.

Per certificare il proprio impegno in campo sociale, un’azienda può seguire il percorso di certificazione etica che prevede di misurare i propri comportamenti virtuosi utilizzando appositi parametri. La certificazione sociale più conosciuta è la SA-8000 Responsabilità Sociale.

Questo articolo fa parte di “Bloginrete” de LeROSA, progetto di SeoSpirito Società Benefit srl, in collaborazione con &Love e Scoprirecosebelle, che ha come obiettivo primario ascoltare le donne, collaborare con tutti coloro che voglio rendere concrete le molteplici iniziative proposte e sorridere dei risultati ottenuti. È un progetto PER le donne, ma non precluso agli uomini, è aperto a chiunque voglia contribuire al benessere femminile e alla valorizzazione del territorio, in cui vivere meglio sotto tutti i punti di vista.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: