Blog in Rete: Personal Branding con Salvatore Russo

Blog in Rete è il progetto per blogger che prevede una serie di incontri per migliorare la scrittura, la SEO e l’utilizzo dei social network. Nel terzo incontro abbiamo affrontato il tema del Personal Branding con Salvatore Russo: un argomento importante perché fai personal branding anche quando respiri…

Blog in Rete, il progetto ideato da Giulia Bezzi di SeoSpirito Società Benefit srl, in collaborazione con &Love e Scoprirecosebelle, è arrivato al terzo appuntamento.

Ti ho raccontato il primo incontro con Fabiana Palù e la difficoltà nel creare e lavorare al mio Business Model Canvas. Nel mese di novembre c’è stato un secondo incontro con Fabiana e abbiamo analizzato le idee personali e il blog di ciascuna partecipante.

A dicembre l’incontro è dedicato al tema del Personal Branding. Sicuramente avrai sentito questo termine: oggi se ne parla molto anche sul web. Non so tu, ma io non sono ancora sicura di aver ben capito di cosa si tratta. Se ti chiedessero: cos’è il Personal Branding? Sapresti cosa rispondere?

In questo post provo a raccontarti come fare meglio Personal Branding dopo la lezione di Salvatore Russo, grande esperto di questo argomento, “Digital Strategist, Web Marketing Manager, Copywriter decisamente creativo e ideatore di blog da milioni di visite.”

Blog in Rete: Personal Branding con Salvatore Russo

Blog in Rete: Personal Branding con Salvatore Russo

Blog in Rete: terzo incontro 

Anche a dicembre ho seguito da casa l’incontro mensile del progetto Blog in Rete che si svolge a Padova. Ogni mese l’attesa è sempre emozionante: come sarà il nuovo tutor? Sarà un argomento difficile? Riuscirò a raccontarlo? 

Il Personal Branding è un tema interessante perché, quando sembra di averci capito qualcosa, ti dicono che non è così e che devi ricominciare… A conferma di questo, ho notato che durante l’incontro le blogger in aula hanno posto diverse domande ed espresso la loro opinione a proposito dei vari personaggi famosi che sono stati presi come esempio.

In questa giornata a tema Personal Branding, Salvatore Russo che ci ha presentato anche il Brand Identity Prism, uno schema in una pagina per capire chi siamo e quale immagine diamo con le nostre fotografie o con il logo del blog. Parlando di Personal Branding si parla anche di storytelling: ci sono tante definizioni e tanti modi di fare storytelling. Noi ci siamo concentrate sul ruolo del brand nello storytelling, cioè abbiamo pensato a quale ruolo vogliamo essere nella nostra storia personale e nel nostro blog. 

Infine abbiamo analizzato il Personal Branding sui principali social media: LinkedIn, Facebook e Instagram. Perché se sei su un social – dice Salvatore Russo – devi esserci in modo ragionato e consapevole: visto che i social media sono importanti, è bene capire come funzionano e come essere presenti in modo corretto.

Il Personal Branding consapevole, come ti racconto nel post, è quello che ognuno dovrebbe fare sia online che offline.

Soprattutto online, ricordarsi sempre di essere:

  • legali: non copiare e non utilizzare immagini soggette a copyright
  • sicuri: non esagerare col dare informazioni personali tipo dove sono, dove vado di preciso, quando torno… se no poi ti trovi i ladri in casa
  • opportuni: parlare di un argomento che si conosce, cavalcare l’onda ma senza esagerare. A volte è meglio leggere e informarsi, aspettare un po’ e poi fornire una serie di dati e fonti in più che rendono il post più ricco e interessante. 

Personal Branding: cos’è?

Personal Branding è tutto quello che fai, sia online che offline. Se esco di casa e parlo col panettiere, se dico che mi occupo di natura e ambiente, se sono online e scrivo un post o lascio un commento: faccio personal branding. 

Allora conviene fare Personal Branding in modo ragionato, positivo e cosciente. Chiedersi: chi sono? Cosa voglio essere? Quale messaggio voglio far passare? Come mi percepiscono gli altri?

La giornata sull’argomento Personal Branding ha portato tanti spunti di riflessione, ci ha insegnato tanto e non è possibile raccontare tutto – ovvero sedici facciate di appunti sul mio quaderno. 

Cerco di darti un’idea di come fare bene Personal Branding in cinque punti, secondo quello che Salvatore Russo ci ha raccontato.

1. Creare il contesto narrativo prima e poi lasciare un messaggio. Nel blog ti racconto la natura, gli animali, le piante, l’ambiente attraverso quello che faccio, le mie letture, gli eventi ai quali partecipo. Mi informo sempre prima di scrivere, indico le fonti, attribuisco le immagini che non sono mie, partecipo, provo e testo in prima persona. Cerco di dare un messaggio semplice e chiaro, con linguaggio scientifico ma non difficile, con un sorriso e un po’ di ironia. Ci riesco? Spero di sì, spero di invogliarvi a leggere e ad amare la natura nel modo che vi è più congeniale. 

2. La misura nelle cose è un valore. Qui non ho altro da aggiungere se non: meglio poco, ma fatto bene.

3. Servono tempo, misura e strategia per fare bene Personal Branding. Bisogna però ricordare che il web ha una memoria lunga: quello che scrivi online nel blog o nei social resta leggibile per anni. Quindi occorre fare molta attenzione prima di postare commenti o foto che tra qualche anno potrebbero danneggiarci.

4. La coerenza è importante. Ecco perché, quando ho iniziato a pubblicare il post del mese del percorso Blog in Rete ti ho parlato di questo progetto. Spesso sono in ritardo con un post o con la newsletter, ma cerco di avvertire anche quando capita di essere in un momento di riflessione, di cambiamento, di smarrimento…

5. Definisci il tuo ruolo. Con Salvatore Russo abbiamo visto che occorre definire il proprio ruolo nello storytelling. Come nelle fiabe, abbiamo tre possibilità:

  • l’oggetto magico, per chi ha un blog con tutorial che ti insegnano come cucinare, vestirsi, fotografare, cucire, girare un video…
  • il tesoro, come un evento importante di lavoro o la partecipazione a Blog in Rete
  • l’aiutante. Ecco: io sono l’aiutante. È il mio ruolo. Nella vita, aiuto le persone e gli animali. Nel lavoro, aiuto le aziende, le associazioni, i privati a raccontarsi, a conoscere i social. Nel blog, aiuto chi mi legge a trovare una notizia, a scegliere un bel libro, ad aiutare gli animali e l’ambiente, a visitare un parco o una mostra. 

Chi è Salvatore Russo? 

Salvatore Russo è un “Digital Strategist, Web Marketing Manager, Copywriter decisamente creativo e ideatore di blog da milioni di visite” come si legge dal suo profilo LinkedIn. Ha lavorato come webmaster e webmarketing, è il fondatore e il direttore creativo dell’evento Seo&Love – l’evento degli innamorati del Digital Marketing. 

Chief content officer e marketing manager per 6sicuro, è il fondatore e il direttore creativo di &Love srl e organizza eventi e formazione digital. Esperto di Brand Identity, naming, corporate storytelling, piani editoriali.

Nell’incontro sul Personal Branding ci ha raccontato in modo semplice e divertente come fare e come non fare personal branding. Non è semplice sapere sempre come comportarsi ma basta essere un po’ meno impulsivi e farsi qualche domanda prima di commettere gravi errori sul web. Essere onesti, avere il senso della misura, essere coerenti sono i primi passi da tenere presente quando parliamo di noi, del nostro brand.

I passi da fare in seguito sono molti e qui trovo qualche difficoltà e dovrò ancora lavorarci: comunicare per ogni segmento del pubblico, avere le idee chiare e una buona strategia.

Per concludere questo post, torno al piccolo gioco del se fosse. Salvatore Russo: se fosse un animale, quale sarebbe? Nella sua presentazione ci sono pesci rossi, leoni, chihuahua, asini e falene. Ma a me è sembrato un orso, simbolo di protezione, forza e saggezza. Abile e curioso, ti aiuta a entrare nelle profondità del tuo essere, a riscoprire te stesso e il tuo brand e a rinascere. Se fosse una pianta, sarebbe per me un ulivo: un albero mediterraneo, antico, solido e generoso.

Questo articolo fa parte di “Bloginrete” de LeROSA, progetto di SeoSpirito Società Benefit srl, in collaborazione con &Love e Scoprirecosebelle, che ha come obiettivo primario ascoltare le donne, collaborare con tutti coloro che voglio rendere concrete le molteplici iniziative proposte e sorridere dei risultati ottenuti. È un progetto PER le donne, ma non precluso agli uomini, è aperto a chiunque voglia contribuire al benessere femminile e alla valorizzazione del territorio, in cui vivere meglio sotto tutti i punti di vista.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: