“You are Leo” tra reale e virtuale nella Milano di Leonardo da Vinci

Ho partecipato ad un’emozionante esperienza culturale e turistica tra reale e virtuale nella Milano di Leonardo da Vinci con Ad Artem Milano e Way. Un’occasione da non perdere per vivere la città come la vedeva Leonardo da Vinci

#Leonardo500 Con questo hashtag sto seguendo alcuni interessanti eventi qui a Milano per celebrare l’anniversario della morte di Leonardo da Vinci (1452- 1519). Il programma generale, il contributo di Orticola 2019, la vigna di Leonardo e ora la presentazione di “You Are Leo”.
“You Are Leo” è  il primo virtual reality guide street tour dedicato a Leonardo da VinciMaestro Lombardo, fiorentino in Milano” nel suo lungo soggiorno milanese durato 17 anni. Si tratta di una passeggiata nel centro di Milano e al contempo un viaggio nel tempo, reso possibile grazie alla tecnologia dei visori di realtà virtuale che permette di vedere la città con gli occhi di Leonardo – così come la vedeva lui nei suoi anni trascorsi a Milano – e di sentire il racconto che Leonardo avrebbe fatto ad un amico.
Partendo dalla Fabbrica del Duomo, passando per Palazzo Reale – Corte Vecchia dove Leonardo aveva la sua bottega – fino alla Pinacoteca Ambrosiana, proseguendo verso Porta Vercellina per arrivare infine al complesso di Santa Maria delle Grazie, un percorso che Leonardo avrà fatto abitualmente centinaia di volte, ricostruito attraverso importanti studi.
La ricerca storica e scientifica Il percorso nasce da studi storico-scientifici: lo studio della letteratura sul Rinascimento milanese legata al Ducato di Ludovico il Moro, gli ultimi aggiornamenti presentati nella mostra dedicata a Leonardo da Vinci allestita a Palazzo Reale nel 2015, l’architettura del Quattrocento ancora visibile a Milano – l’Ospedale Maggiore, il Castello di Porta Giovia, i resti dell’antico Palazzo Ducale, le miniature di Cristoforo de Predis. Molte anche le fonti scritte, sia contemporanee che successive agli anni del primo soggiorno milanese di Leonardo, nonché le parole stesse di Leonardo sulla sua visione del mondo, della natura, dell’uomo.
You Are Leo

You Are Leo experience, un’emozionante esperienza culturale e turistica tra reale e virtuale nella Milano di Leonardo da Vinci

Come nasce il progetto. Il progetto nasce dalla collaborazione tra Way – We Augment You, start up innovativa milanese che opera in ambito culturale e turistico utilizzando la tecnologia della realtà aumentata e virtuale per offrire esperienze immersive in ambienti a 360° e Ad Artem, attiva e conosciuta da venticinque anni nella didattica e nella divulgazione dell’arte.

Il tour È stato creato un virtual tour che mostra Milano come poteva essere ammirata da Leonardo.
Un viaggio turistico reale attraverso la città e virtuale attraverso il tempo:

“Leonardo da Vinci ci ha donato i suoi occhi per mostrarci la sua Milano, mettendo le persone al centro di un’esperienza totalmente immersiva nella Milano di allora”

Il percorso a piedi è di circa un miglio lombardo (1,8 km) della durata di 1 ora e 40 minuti, durante la quale si vede ricostruirsi e animarsi l’area tutt’attorno e le opere d’arte connesse alla narrazione, sono visualizzate e raccontate a 360°.

Ogni partecipante viene dotato di un avanzatissimo visore VR, all’interno del quale si attiveranno le esperienze virtuali. Ad accompagnare il viaggio sarà un esperto storico dell’arte, che accoglierà e guiderà il visitatore nel percorso e gestirà l’attivazione delle esperienze VR. A quel punto la guida reale lascerà il posto a quella virtuale che offrirà gli occhi di Leonardo per immergersi nei suoi luoghi e vedere ciò che lui stesso vedeva. Lo spettatore diverrà Leonardo: “You are Leo”.

1° tappa Piazza Duomo È un percorso davvero bello ed emozionante. Siamo partiti da Piazza Duomo, un Duomo che era in costruzione ai tempi di Leonardo e aveva la facciata della Chiesa di Santa Maria Maggiore. Anche la piazza era totalmente diversa, chiusa dai portici e dalla fabbrica del Rebecchino ed è bellissimo vedere com’era il centro della città nel Quattrocento.

2° tappa Palazzo Ducale. Quello che oggi chiamiamo Palazzo Reale era allora il Palazzo Ducale: qui abitava e lavorava Leonardo. Esisteva già il campanile di San Gottardo e all’interno del cortile si scopre una grande, enorme sorpresa – che ti racconto tra le curiosità naturalistiche alla fine del post.

3° tappa le vie delle corporazioni A questo punto si comincia a camminare tra le strade del centro. Non ci pensiamo mai, ma Via Speronari, Via Spadari sono così chiamate perché qui avevano sede le omonime Corporazioni milanesi. Passiamo davanti alla Casa dei Missaglia, famosi armaioli, che rappresenta la casa “tipo” di allora: bella per la città e funzionale per chi la vive (concetto ancora valido oggi nel 2019)

4° tappa la Pinacoteca Ambrosiana Non c’era al tempo di Leonardo, ma c’era la Chiesa di San Sepolcro e questo era il Foro della Città. Davanti alla Pinacoteca si può ammirare un monumento con lo schizzo della città di Milano fatto da Leonardo, molto preciso e corrispondente anche oggi

5° tappa Piazza e Palazzo Borromeo con la Chiesa di Santa Maria Podone che esistevano già ai tempi di Leonardo. Qui attorno le famiglie dei Morigi e dei Gorani avevano costruito le loro case con torri e queste torri medioevali si possono ammirare anche oggi lungo il percorso. Costeggiando il Monastero Maggiore con la sua cappella e San Maurizio arriviamo alla sesta tappa.

6° tappa Porta Vercellina e il Naviglio di San Girolamo. Ci fermaimo a vedere con il visore ai lati di via Carducci. Proprio questo era il confine tra la città e la campagna. Qui scorre il Naviglio con le sue imbarcazioni e in lontananza si nota la Chiesa di Santa Maria delle Grazie, in costruzione.

7° tappa Santa Maria delle Grazie. Siamo arrivati alla conclusione del tour. La Casa degli Atellani con La Vigna di Leonardo e S.Maria delle Grazie. Dalla piazza, grazie al visore, siamo dentro al refettorio a vedere Leonardo mentre dipinge la sua Ultima Cena.

Curiosità naturalistiche del tour La natura è ovunque ed ero certa che l’avrei trovata anche in questo tour artistico per le vie di Milano

Il cavallo di argilla, realizzato da Leonardo, era nel cortile del Palazzo Ducale. Un monumento enorme, alto più di 7 metri. Questa era la bozza per l’opera finale in bronzo, che non fu mai realizzata perché il bronzo serviva per la guerra. Ma Leonardo amava molto le statue equestri e non si arrese, passando subito a realizzare quella successiva per la famiglia Trivulzio.

Il roseto, sembra che al centro della Nobile Contrada della Rosa ci fosse un grande roseto, con fiori bellissimi e profumati. Non ci sono testimonianze scritte precise, ma è bello pensare ad una serra o a un grande giardino nel centro della Milano del Quattrocento

Animali e piante erano i simboli delle corporazioni anche nel Sestriere di Porta Vercellina. come abbiamo visto, una rosa rossa e una color argento erano simbolo della Nobile Contrada della Rosa. La Contrada dei Morigi aveva due topolini nel proprio stemma e quella del Girone cinque foglie verdi di palma.

Non è possibile raccontare la bellissima esperienza del tour You Are Leo: bisogna provarla! Tutte le info sul sito. Ecco il mini-video che ho realizzato e buon viaggio con Leonardo da Vinci

One Comment on ““You are Leo” tra reale e virtuale nella Milano di Leonardo da Vinci

  1. Pingback: Leonardo da Vinci 3D | curiosa di natura

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: