10 idee per il Giardinaggio fai-da-te

Oggi ospito il guest-post di Annabelle che ci racconta 10 idee per il giardinaggio fai da te. Tutte molto interessanti, in particolari modo l’idea di utilizzare etichette in tessuto personalizzate per i nostri vasi.

Il nostro amore per il verde si rispecchia nei nostri giardini e nei nostri balconi, persino nei vasetti degli aromi che teniamo sul davanzale della cucina. Quanti profumi, steli d’erba e gocce di rugiada sulle foglie accompagnano le nostre giornate con le loro note di bellezza, persino adesso che il gelo invernale ha sopito un po’ la natura. Per fortuna il ciclo della vita scorre e chiama la Primavera che si avvicina ed è bene essere pronti a viverla in modo pieno, con un occhio nuovo…

Se ancora non hai mai pensato di conciliare pollice verde e creatività sei nel posto giusto! Ti assicuro che è facilissimo, basta usare pochi elementi, meglio ancora se materiale da riciclare così da non doverlo acquistare e da salvaguardare l’ambiente. Sai che soddisfazione aggiungere un tocco personale al tuo angolo di verde! Perché in fondo anche noi stessi portiamo la Primavera.

riciclo-casette

Con materiali di riciclo possiamo costruire piccole mangiatoie per gli uccellini che visitano il nostro balcone/giardino (foto©YouAnimal.it)

Coi materiali più insoliti potresti ottenere risultati che mai t’aspetteresti di vedere:
1 – Prova a riutilizzare i vecchi copertoni delle auto per organizzare le tue piante: verniciali completamente di colori diversi e poi riempili di terra o inseriscili nel terreno fino a metà, pianta o travasa al loro interno e avrai il tuo personale arcobaleno da giardino.

2 – I piccoli vasi – che spesso scompaiono tra gli altri – sarebbero perfetti se appesi alla gronda o agli alberi. Per realizzare la rete con cui appenderli: prendi 8 pezzi di spago o corda e annoda tutte insieme le estremità, apri i fili a raggiera e annodali a due a due adiacenti a circa 4 cm dal centro, continua così fino a coprire la superficie del vaso, infine unisci le altre estremità in un altro nodo.

3 – Se t’avanzano fogli di compensato o pezzi di legno, basterà inchiodarli ed appenderli per dar rifugio agli uccellini. Anche se i pezzi saranno di dimensioni diverse andranno bene: non devono essere perfetti, ma pezzi unici!

4 – Se hai a disposizione della stoffa o ancor meglio la iuta dei sacchi, puoi ritagliarne quanto basta per rivestire i vasi e fermare il tutto con un nastro o una corda a seconda che tu preferisca l’effetto chic o rustico. Potresti inoltre preparare delle etichette in stoffa per riconoscere i vasi degli aromi o le altre piante, anche per scrivere le istruzioni di cura che spesso dimentichiamo. Io mi affido a Wunderlabel – una tra le migliori aziende che stampano etichette di stoffa personalizzate – potrai così cucirle sulla stoffa o iuta prima di rivestire il vaso o preparare delle bandierine da infilare nel terreno inserendole sugli stecchini da spiedo.

etichettanome-it

Alcune etichette in stoffa: perché non utilizzarle per i vasi da giardino? – etichettanome.it

5 – Con i pallet puoi realizzare un tavolino rustico poggiandone almeno due uno sull’altro o delle sedute completando con cuscini di vari colori e dimensioni.

6 – Invece, disponendo i pallet in verticale ricaveresti la struttura ideale su cui far crescere le piante rampicanti.

7 – Se hai un bell’asse di legno resistente puoi forarlo alle due estremità e far passare della corda. Appendendolo all’albero otterrai un’utilissima altalena.

8 – Con un telo di plastica puoi realizzare una piccola serra. Basta scegliere la porzione di terra che preferisci coltivare, piazzarvi una struttura in metallo – ad esempio una rete – o farla da te con delle assi di legno e successivamente ricoprirla col telo. Avrai guadagnato il tuo piccolo orto personale!

9 – La sera puoi creare una romantica atmosfera riutilizzando una delle catene di luci dell’abete di Natale. Sono perfette da attorcigliare attorno ad un tronco o da far pendere tra un ramo e l’altro. Meglio usarle che lasciarle inscatolate per 11 mesi l’anno!

10 – Infine tagliate nel senso longitudinale una bottiglia di plastica e riempitela d’acqua – o lasciate che sia la pioggia a farlo – così gli amici animali che curiosano nel nostro giardino e riposano tra le foglie delle nostre piante sapranno che teniamo anche a loro.

Grazie ad Annabelle per i suoi consigli e per aver condiviso questo guest-post. È davvero molto carina l’idea delle etichette in stoffa per i nostri vasi. Se volete saperne di più, visitate il sito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: