Snoopy e io vi auguriamo Buone Feste

Ho appena visitato a Milano la mostra dedicata ai 65 anni delle strisce di Charles Schulz,“Il fantastico mondo dei Peanuts” e con l’amore per i cani, per il mitico Snoopy e per tutti gli animali reali, vi auguro Buone Feste.

A Milano presso Wow Spazio Fumetto è in corso, fino al 10 gennaio 2016, la mostra che celebra il sessantacinquesimo anniversario della nascita dei Peanuts, le strisce quotidiane disegnate da Charles Monroe Schulz, che hanno avuto un grande successo negli Stati Uniti e che sono molto amate e collezionate anche in Italia. Dallo scorso 5 novembre questi personaggi sono anche nelle sale cinematografiche con il film “Snoopy & Friends – il film dei Peanuts”

snoopy2

Snoopy e i Peanuts in mostra allo Wow Spazio Fumetto di Milano

Il nome Peanuts si riferisce alle noccioline, o meglio alle arachidi, frutta secca tipica degli Americani, ma è stato tradotto anche con “piccolezze” o “ cose da nulla”. Forse perché non ci si aspettava un grande successo per questo prodotto, che, invece, ha conquistato lettori di tutto il mondo.
È il 2 ottobre 1950 quando compare una vignetta su sette quotidiani americani che ha per protagonisti due bambini seduti su un marciapiede. Ne arriva poi un terzo e gli altri si rivolgono a lui dicendo: “Il buon vecchio Charlie Brown. Come lo odio!”. Da qui nasce la fortunata serie di strisce quotidiane dei Peanuts, che continuerà senza interruzioni per 65 anni con vignette pubblicate su 1.600 quotidiani in 75 Paesi del mondo.

I Peanuts siamo tutti noi. Credo che il successo di questi personaggi sia dovuto al fatto che c’è un po’ di ognuno di noi in ognuno di loro. Ci immedesimiamo in ogni singolo personaggio.
Nella vita, prima o poi, capita a tutti di sentirsi un perdente, un incompreso, come Charlie Brown. Ma anche se “piove sempre sul bagnato”(come dice Charlie Brown), non ci diamo mai per vinti. Capita anche di essere rumorosi e prepotenti come Lucy. Chi non conosce qualcuno che sa sempre tutto ed è pronto a dare a tutti i suoi consigli interessati?! Anche a pagamento, come si vede fare a Lucy dal suo studio psichiatrico con sgabello davanti.
E l’insicurezza che ognuno di noi ha, anche da adulto, ci fa amare il caro Linus con la sua coperta. Un punto di riferimento, un ricordo, un portafortuna, ciascuno di noi ha la propria “coperta di Linus” dalla quale difficilmente si separa.
Ci sono poi, Schroeder e l’amore per la musica, Sally e le scorciatoie comportamentali, Piperita Patty e lo sport, Marcie e la ricerca di una figura di riferimento e tanti altri personaggi.

Snoopy, Schulz e l’amore per gli animali. Il disegnatore dei Peantus, Charlie Schultz, ama molto gli animali e nella sua vita ha avuto diversi cani. I primi furono Snooky e Spike dai quali ha origine il personaggio di Snoopy. Il primo disegno mai pubblicato da Schulz fu il disegno di un cane che assomigliava al suo, per la rubrica Ripley’s Believe It or Not nel 1937.
Quando deve disegnare Snoopy, Schulz disegna il suo Snooky, bianco e nero allo stesso modo. Il nome doveva essere Sniffy, ma già esisteva in un altro fumetto. Allora Schulz si ricordò che la madre gli diceva sempre: “ Se mai avessimo avuto un altro cane, avremmo dovuto chiamarlo Snoopy”. Da qui nasce il nome del famoso bracchetto delle strisce di cartoni.
Nella vita reale, dicevo, Schulz ebbe molti cani: Major, Lucy, Carmel, Dropshot e Andy, salvato dalla moglie Jean nel 1988.

snoopy3

Il primo cane, simile sl suo Spike, disegnato da Charles Schulz

Snoopy è un cane della razza beagle, detto anche bracchetto. È il mio personaggio dei fumetti preferito: un amore di cane, un sognatore, sempre allegro e vivace, pieno di idee e di umorismo e… grande scrittore ;-)

Nella mostra, viene descritto così:

“Cucciolo all’epoca delle prime strisce, Snoopy ama ormai considerarsi negli anni del declino. È un bracchetto estroverso che ama immedesimarsi in una varietà di personaggi eroici. Vera personalità “rinascimentale”, eccelle in qualsiasi attività alla quale decida di dedicarsi, almeno a livello di sogni ad occhi aperti, dalla cima della sua cuccia. Considera il suo padrone, Charlie Brown, “il bambino dalla testa rotonda” che gli procura quotidianamente la sua ciotola di cibo. Non ha paura del gatto del vicino, ma si tiene prudentemente a distanza. Non parla mai – sarebbe esagerato, visti i suoi già numerosi tratti umani – ma riesce a comunicare tutto il necessario attraverso espressioni del muso e fumetti di pensiero.”

Un grande amore per i cani e per tutti gli animali ha portato Charles Schulz a disegnare migliaia di vignette, ogni giorno, per oltre 65 anni della sua vita. A questo grande amore per gli animali mi sono ispirata per il post degli auguri di Natale di quest’anno.

Spero che un po’ di tutto questo grande amore per animali e natura arrivi a coloro che ancora non comprendono la bellezza di questo mondo.

Allora scelgo la bella vignetta dedicata all’amore dei cani verso di noi, loro compagni di vita, per augurare a tutti voi Buon Natale e Buone Feste (potete scaricare qui la vignetta e condividere).

Natale_Snoopy

Snoopy e io vi auguriamo Buon Natale e Buone Feste :-)

5 Comments on “Snoopy e io vi auguriamo Buone Feste

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: