Il perché di una mostra: Conrad e il mare a Milano

Una chiacchierata con Elisabetta Polezzo, una delle curatrici della mostra “Conrad e il mare” all’Acquario di Milano. Quattro domande per approfondire il rapporto tra Conrad, il mare e la città di Milano.

Un piacevole incontro all’Acquario Civico di Milano in occasione della mostra su “Conrad e il mare”. Prima di visitare l’esposizione (che vi racconterò in uno dei prossimi post) ho avuto il piacere di scambiare quattro chiacchiere con una delle curatrici della mostra, Elisabetta Polezzo: ecco cosa ci siamo dette.

1Conrad_mare

Ingresso alla mostra “Conrad e il mare” all’Acquario Civico di Milano

  • Perché una mostra su Conrad a Milano?

Conrad è conosciuto come uno scrittore di mare e Milano è una città che ama molto il mare. Conrad è approdato al porto di Genova nel 1879, durante uno dei suoi viaggi, quando era imbarcato come marinaio scelto sul vapore Europa e ha soggiornato a Milano: ecco un primo motivo per dedicargli una mostra.

Inoltre si sono da poco celebrati i 90 anni dalla sua morte (1924-2014). Per questo abbiamo allestito questa mostra: per far conoscere Conrad come scrittore (non solo di mare, non solo per ragazzi) e per parlare, attraverso il tema del mare, di molti altri sentimenti trattati dallo scrittore, quali la difficoltà della vita, le violenze, le guerre.

  • Chi è Joseph Conrad (Teodor Józef Konrad Korzeniowski)?

Conrad nasce in Polonia ma diventa cittadino inglese. La sua passione per il mare lo porta ad imbracarsi e a seguire tutta la carriere militare classica, da semplice mozzo a capitano. La vita in mare è estremamente faticosa: Conrad naviga su rotte commerciali e viaggia in tutto il mondo.

A 36 anni, forse dopo la navigazione sul fiume Congo che lo ha cambiato più di altri viaggi, decide di fermarsi e di mettersi a scrivere. Inizia così la sua carriere di scrittore.

L’inglese non è la sua lingua madre (e nemmeno la sua seconda lingua: ricordiamo che dalla Polonia si trasferisce in Francia) ma, nonostante questo, riesce a diventare uno dei più grandi scrittori in lingua inglese.

Si ritiene che Conrad sia uno scrittore solo per ragazzi: non è vero. Conrad, come molti scrittori, riesce ad essere “profetico” a vedere il futuro. Nei suoi romanzi troviamo l’esperienza dei suoi viaggi in mare e la difficoltà dell’essere marinaio, ma anche grandi riflessioni sull’animo umano.
Conrad arriva a prevedere l’orrore delle Guerre Mondiali e la violenza più turpe dell’uomo verso i suoi simili.

  • L’Acquario Civico di Milano: cosa rappresenta in una città senza mare che ne è però fortemente attratta?

L’Acquario è l’ambiente ideale per questa mostra su “Conrad e il mare”. L’Acquario vuole essere non solo “la casa dei pesci” ma sopratutto un luogo di riflessione sull’acqua dal punto di vista scientifico, ma anche artistico – letterario.

l’Acquario come luogo dell’acqua e delle sue fascinazioni

Acquario è una realtà non molto nota: in occasione di Expo 2015 vorremmo portare avanti molti progetti che riguardano la vita nel mare e nell’acqua dolce.
Acquario è legato ad Expo: questo luogo che ci ospita era uno dei padiglioni dell’Expo del 1906 tenutasi a Milano e l’unico ancora in piedi. Una realtà piccola, ma con grande libertà di espressione che vuol farsi conoscere sempre più al pubblico dei milanesi e dei turisti.
Invitiamo tutti a partecipare agli incontri del progetto Blue Food: Green Future e a visitare la mostra su “Conrad e il mare”

  • Com’è stata pensata questa mostra?

Una mostra su Conrad era stata fatta a Genova al Museo Galata lo scorso anno
Riguardava i viaggi in mare, le navi, gli attrezzi legati alla marineria. D’altra parte, il Galata è un museo sul mare, dedicato al mare e alle navi.

Qui a Milano abbiamo pensato di dare alla mostra un taglio letterario-cinematografico.
La nostra attenzione si è concentrata sulle illustrazioni, su citazioni di frasi dell’autore, su libri antichi prestati dalla Sormani, sul contributo video del MIC (Museo Interattivo del Cinema). Inoltre abbiamo voluto mostrare alcuni oggetti comuni sulle navi all’epoca dei viaggi di Conrad

Ringrazio la dottoressa Elisabetta Polezzo per la chiacchierata e visito la mostra. Per sapere qualche curiosità sulla mia visita a “Conrad e il mare” seguite il blog: sarà il tema di uno dei prossimi post. Intanto avete tempo fino a fine marzo per visitarla :-)

3 Comments on “Il perché di una mostra: Conrad e il mare a Milano

  1. Mostra promettente anche se Conrad non è uno dei miei autori preferiti… Mi piace comunque il taglio letterario-cinematografico!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: