Trasporto animali, Cina e “8 hours”

Incidente a un camion che trasportava gatti destinati al ristorante

Un filmato del telegiornale mostra un incidente stradale avvenuto in Cina. Un camion si ribalta ad un incrocio ed ecco che il suo carico si mostra nella sua crudeltà: centinaia di gatti, stretti in piccole casse, destinati ad un ristorante della provincia di Hunan. Molti di loro rimangono schiacciati e purtroppo muoiono. Altri sono salvati dalle forze dell’ordine che allertano subito i volontari della zona. Questi si precipitano a portare i primi soccorsi, acqua e cibo per le povere bestiole. Dopo ore di abbandono sul ciglio della strada, i piccoli mici erano stremati, denutriti e disidratati. Molti di loro sono stati salvati e trasportati al vicino centro per la protezione degli animali, Changsha Small Animal Protection.

Una storia simile era accaduta, sempre in Cina, la scorsa estate con un camion di cani, fermato da animalisti e salvato dal trasporto al vicino ristorante. Per anni in Cina molti ristoranti prevedevano nei loro menù carne di cane o di gatto. Se un tempo anche i privati cittadini, spinti dalla fame, erano costretti a questa pratica, ora non è più accettabile, né sostenibile. La popolazione sta facendo pressione affinché il Governo cinese approvi una legge che vieta queste pratiche (e probabilmente, nel frattempo, è già stata approvata).

Oggi la maggior parte delle famiglie cinesi non mangia cani, né gatti, ma si prende cura di loro come animali da compagnia. Sono amati e coccolati come in occidente, tanto che la gente ha protestato nelle piazze contro il divieto di avere un solo animale domestico per ogni famiglia.

Questo è il doppio volto della Cina e non solo, ma anche di molte altre popolazioni. La maggior parte della gente ama o per lo meno rispetta gli animali e una minoranza li maltratta o li commercia illegalmente.

Da noi le leggi sono sicuramente esistenti, restrittive e severe. Uno dei prossimi traguardi da raggiungere è quello delle 8 ore, la campagna chiamata 8 hours. La maggior parte dei parlamentari europei si è espressa a favore della richiesta di ridurre ad un massimo di 8 ore il trasporto di animali su camion per le lunghe distanze. Il progetto 8 hours è un’importante campagna sulla protezione animale in Europa. Sono state raccolte più di 1 milione di firme da parte di cittadini. Ora spetta alla Commissione Europea approvare la legge. Speriamo di fare tutti un passo avanti rispetto alla condizione in cui ci troviamo. Dato che, per concludere con le parole di Gandhi:

“La civiltà di un popolo si misura dal modo in cui tratta gli animali”

TI POTREBBERO ANCHE INTERESSARE:

Giornata Internazionale per i Diritti degli Animali

Il punto sulla vivisezione in Italia

One Comment on “Trasporto animali, Cina e “8 hours”

  1. D’accordissimo con le parlole di Gandhi.
    E’ scandaloso sentire ancora notizie di questo tipo… confidiamo nel futuro…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: