Sarà un blog a impatto zero

http://www.doveconviene.it/co2neutral/Per iniziare nel migliore dei modi l’anno, ho deciso di aderire a questa iniziativa e rendere “curiosa di natura” un blog a impatto zero. Visitando altri blog, quali Madre Terra’s Weblog e Tazzina-di-caffè, ho visto il logo che ha acceso la mia curiosità :)

Subito sono andata sul sito ad informarmi e mi è piaciuto il modo semplice e chiaro di esporre l’iniziativa.

Ogni sito o blog ha un impatto sull’ambiente, ma si può renderli “carbon neutral” piantando un albero per contrastare il consumo di CO2 del nostro sito o blog con la produzione di CO2 di un albero.

Alcune informazioni dal sito:

E’ difficile da immaginare ma le attività on line hanno conseguenze per nulla virtuali, non solo perché i pc sono fatti di componenti elettrici difficili da smaltire e si alimentano dalla presa di corrente domestica. Il problema maggiore infatti è rappresentato dai data center, enormi dispositivi che immagazzinano dati e spesso vengono alimentati a carbone, producendo CO2 in grande quantità.

Cosa possiamo farci? Possiamo chiedere alle grandi aziende del web, così potenti ed innovative, di avere comportamenti responsabili e diventare CO2UNFRIEND, per esempio investendo sulle energie rinnovabili e su strategie sostenibili nella gestione dei loro data center.

Cosa possiamo farci, ancora? Seguire individualmente semplici regole ecologiche come preferire gli web hosting sostenibili, non lasciare i nostri pc in standby per ore ed ore, acquistare alimentatori a risparmio energetico, evitare di stampare i file e soprattutto usare il web come strumento di  informazione per aumentare la nostra consapevolezza sulle problematiche ambientali.

Molti artisti, cantanti, partecipanti ad eventi con grande impatto sull’ambiente fanno qualcosa di simile, cioè piantano alberi per equilibrare la produzione di anidride carbonica che con i loro eventi vanno producendo.

Devo dire che mi affascina particolarmente l’idea di unire natura e tecnologia in questo modo. Il sapere che un albero crescerà contemporaneamente al blog e che si creerà tra loro un’unione, un equilibrio, mi dà energia. Dato che 1 albero può neutralizzare la produzione di un blog per 50 anni, avrò la possibilità di esprimermi qui ancora per molto (e voi potrete divertirvi, riflettere, ridere, piangere o … sopportarmi! per tanti anni ancora!)

Ma tornado al come funziona, studi scientifici dicono che, attraverso un blog, si consumano 3,6 kg di CO2 all’anno, ammettendo molti più visitatori di quelli del mio modesto blog. Un albero produce 5 kg di CO2 all’anno. Così piantando 1 albero si bilancia la quantità di anidride carbonica nell’atmosfera.

Questa è un’iniziativa ecologica tedesca per riforestare diverse aree. Gli alberi saranno piantati a Göritz, presso Coswig (nella regione di Saxony-Anhalt). Grazie a questa iniziativa, sono già stati piantati 2036 alberi. Il mio albero, mi piace immaginare sia il numero 2037, perché il 7 è per me un bel numero.

E forse anche l’Italia potrebbe prendere ad esempio l’iniziativa dei tedeschi e progettare qualcosa di simile, che magari esiste già, ma non ne sono a conoscenza (nel caso, aggiornatemi!)

Allora da quest’anno anche “curiosa di natura” avrà il suo logo “il mio blog è Co2-neutral” e sarà orgogliosa di esibirlo. Invito tutti coloro che hanno siti o blog ad informarsi e ad aderire all’iniziativa.

Tutte le info sul sito

4 Comments on “Sarà un blog a impatto zero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: