Buon Natale

Auguri di cuore per un sereno Natale e felici giorni di festa!

Forse da quest’anno anche il Natale, come l’estate, avrà il suo “tormentone” che si chiama: “ma anche no!” Non so se lo conoscete, ma questo modo di dire lo si sente ovunque e da chiunque. Dai giovani ragazzi in giro per le strade ai grandi professionisti durante lezioni e conferenze. Io l’ho associato ad una foto vista sul web che raffigura una scritta sul muro, quelle immagini di cartelli strani e scritte con errori grammaticali o particolari o buffe, insomma quelle lì, avete capito. E da qui prende forma il mio post natalizio.

Sembra che quest’anno ci siano (come si dice) due scuole di pensiero sul Natale.

La prima è quella classica, de “il Natale, quando arriva, arriva!” ed è sempre una festa (più o meno!). Inevitabile. Ti fa capire, come scosso da una corrente elettrica improvvisa, che l’anno sta per finire, che ne è già passato un altro, che non te ne sei quasi accorto anche stavolta! Ti fa cominciare a fare i bilanci di fine anno e a pensare alle buone promesse per l’anno nuovo (che non manterrai mai, ma che ti ostini a rifare ogni volta!)

Ti fa girare in cerca di presentini e piccoli regali, perché c’è crisi, ma qualcosa sotto l’albero lo si deve mettere e soprattutto in cerca di ingredienti per preparare la cena della vigilia e il pranzo del Natale.

Ti fa pensare che poi avrai mangiato troppo, che i parenti litigheranno, che le donne criticheranno le altre per le mise e che gli uomini parleranno sempre di calcio o politica o giù di lì.

Insomma il Natale un po’ come al solito, anche se adeguato ai tempi duri che viviamo, anche se con pochi soldi, anche se con pochi regali e poche persone a tavola. Di questo Natale ci sarebbero tante foto da mettere ma (per la par condicio, che ormai è un’espressione fuori moda) ne metterò una sola per scuola di pensiero.

Questa del Merry Christmas and Happy New Book. Con l’augurio di un felice anno nuovo con un buon libro da leggere. Perché quando le cose non vanno come dovrebbero e sei arrabbiato con tutto il mondo umano, un buon libro ti fa evadere, ridere, riflettere, sognare, sperare, insomma è proprio quel che ci vuole. (Tra l’altro scienza e astronomia mi incuriosiscono molto e il primo libro della foto è nella mia wish-list natalizia).

A questo punto vi chiederete: sì, ma… “ma anche no!” che fine ha fatto?  “Ma anche no!” è la mia risposta a questa immagine.

Scritta veritiera e realistica, d’accordo, alla quale però mi oppongo. Non voglio cedere alla crisi e alla paura. Non sono ricca, ho problemi personali, famigliari, lavorativi. In pratica, difetto di autostima, di un lavoro sicuro e di un compagno. Ma non voglio… e con tutta la mia forza e il mio ottimismo mi do da fare e spero per me e per un mondo migliore.

Quindi buon Natale a tutti, a chi appartiene alla prima scuola di pensiero e anche a chi appartiene alla seconda … con la speranza che “si converta” alla prima ;-). E se avete un vostro “Merry Christmas” da condividere, qui c’è sempre posto.

Auguri di cuore per un sereno Natale e felici giorni di festa!

12 Comments on “Buon Natale

  1. Sempre ed ostinatamente del primo tipo! Devo pur tirarmi su il morale in mezzo a tutta questa crisi e se lascio perdere il Natale, siamo messi male… Quindi Buon Natale e e buoni festeggiamenti, in piccolo o in grande che siano… Baci.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: