BiodiversaMente, acqua e effetto Alpi

Per il terzo anno torna BiodiversaMente, festival dell’Ecoscienza, promosso da WWF in collaborazione con ANMS (Associazione Nazionale Musei Scientifici). Sabato 27 e domenica 28 ottobre sarà possibile partecipare gratuitamente ad eventi speciali organizzati nei musei scientifici, parchi, orti botanici e acquari di tutta Italia. 

Temi dell’anno 2012: l’acqua e le Alpi. Le Alpi sono un importante serbatoio d’acqua per tutta Europa: da qui nascono molti dei grandi fiumi che la attraversano. Sono anche ricche in biodiversità* soprattutto per quanto riguarda mammiferi e rapaci. Orso bruno, stambecco, camoscio, lupo, lince e aquila reale popolano queste aree montuose. Anche la flora è ben rappresentata perché il 39% delle specie vegetali europee crescono sulle Alpi.

Secondo dati WWF, le piccole centrali idroelettriche in progetto, il turismo di massa e la neve artificiale sono i principali pericoli per le nostre belle catene montuose. Le riserve idriche che le Alpi racchiudono tra le nevi, nei ghiacciai, nei ruscelli e nei fiumi sono minacciate dal cambiamento climatico troppo repentino, dall’inquinamento e dall’eccessivo scioglimento dei ghiacciai. Sono in pericolo le riserve d’acqua ma anche le piante, gli animali e l’uomo che vi gravitano attorno. Si calcola che quando scomparirà la metà della superficie dei ghiacciai, gli animali inizieranno a estinguersi con una perdita del 16% delle specie che ora vivono nella regione alpina.

L’acqua è di vitale importanza. Come stoccaggio e fornitura di acqua potabile. E’ un elemento importante per la biodiversità che racchiude: gli ecosistemi di acqua dolce sono solo l’1% della superficie terrestre, ma ospitano il 7% di tutte le specie fino ad oggi descritte (il 7% delle specie vuol dire 126000 specie!). E’ una risorsa limitata e vulnerabile. E’ importante per il buon assetto del territorio.

Mi ha molto colpito leggere (dati WWF) quali sono gli impatti dell’uomo sulla natura, in questo caso, delle Alpi:

  • solo il 10% dei fiumi delle Alpi è ancora in condizioni naturali o semi-naturali
  • +1,5 °C è l’aumento della temperatura media delle Alpi nel corso dell’ultimo secolo
  • 100 anni il tempo in cui l’orso è stato quasi totalmente sterminato sulle Alpi
  • 20% la percentuale di habitat idonei abitata dalla lince a 40 anni dalla sua reintroduzione

Per saperne di più partecipa a questo evento nazionale WWF, visitando musei e oasi, dedicando un weekend alle Alpi e alla risorsa acqua. Guarda sul sito i luoghi a te più vicini o di maggiore interesse. Immergiti nella conoscenza!  A Milano segnalo in particolare il Museo di Storia Naturale, l’Acquario Civico e l’Orto Botanico.

Oltre a diventare socio dell’Associazione, potrai adottare un orso bruno, specie simbolo delle Alpi e salvaguardare parte di questo territorio. Guarda il bellissimo video WWF

Info e fonte dati: BiodiversaMente

Biodiversità* è la varietà delle forme di vita vegetali e animali presenti negli ecosistemi del pianeta. Il temine viene anche usato per indicare la variabilità genetica all’interno di una specie. La sopravvivenza di ogni specie dipende dalla varietà di popolazioni che la compongono: minor variabilità significa minori possibilità di sopravvivere.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: